P.Q.M.

Vi avevano detto che l’Italia sarebbe uscita dalla crisi prima e meglio di altri. Vi hanno dato “il malato d’Europa”, ed il commissariamento da parte dell’Unione europea e della Bce; Vi avevano promesso (nel 1994) due aliquote Irpef, al 23 ed al 33 per cento. Non le avete avute; Vi avevano promesso (pochi mesi addietro) tre aliquote Irpef, al 20, …

Leggi tutto

Liu Xiaobo, il sogno di una Cina tocquevilliana

Da Charta 08: Protezione della proprietà privata: Dovremmo istituire e proteggere il diritto alla proprietà e promuovere un sistema economico di mercati liberi ed equi. Dovremmo liberarci dei monopoli pubblici nel commercio e nell’industria e garantire la libertà di avviare nuove imprese. Dovremmo istituire un Comitato della Proprietà Pubblica, che riferisca al parlamento nazionale, che monitori il trasferimento ai privati …

Leggi tutto

Un’America sempre più italiana

Oggi è Indipendence Day. Un giorno per ricordare cosa è diventata l’America. Un paese piagato da una crisi epocale, frutto di avidità e comportamenti esplicitamente truffaldini, come ad esempio quelli che portavano a concedere i cosiddetti “mutui Ninja”, cioè a debitori “No income, no job and asset“, cioè privi di capacità di rimborso. Poi venne il tempo dei sussidi, per …

Leggi tutto

Perché Brunetta ha (in parte) ragione

di Mario Seminerio – Libertiamo Dell’intervista di Renato Brunetta a Fausto Carioti è rimasto l’abituale frastuono delle ondate di sdegno, questa volta contro l’affermazione del ministro riguardo l’articolo 1 della Costituzione. A noi non è chiaro perché la frase “l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro” non significhi nulla. Il significato resta, una volta attualizzato nel senso di sfrondarlo …

Leggi tutto

Il paese normale che vorrei

E’ al contempo facile e difficile spiegare in che paese vorremmo vivere. Facile per l’elencazione delle caratteristiche della vita civile ed associata che desideriamo, difficile quando si tratta di individuare strumenti e modalità per conseguire tali obiettivi. L’Italia è un paese anomalo: troppo giovane per avere una cultura liberale consolidata, al punto che quella che ancora oggi residua in qualche …

Leggi tutto

Una nuova specie. Anzi, antica

Il Politometro di Repubblica è uno degli innumerevoli divertissement presenti in Rete per testare il proprio posizionamento politico-ideologico, in relazione alle imminenti elezioni. Liberamente ispirato ad altri celebri test, il Politometro si basa su una matrice 2×2: conservatori-progressisti, confessionali-laici. Vi confessiamo che, mentre il secondo asse ci appare comprensibile, almeno in termini linguistici, il primo lo è assai meno. Chi …

Leggi tutto

Send this to a friend