Varia umanità – 6

in Links of the day
  • Il diavolo nei particolari: tutte le azioni antitrust necessarie a lanciare una vera competizione ferroviaria nel nostro paese;
  • Un Mario Monti al solito anti-bipolarista ripercorre sedici anni di proclami cialtroneschi del centrodestra, tutti quelli che ci hanno condotto a fine 2010 con un paese bloccato e in via di decomposizione. Anche chi abitualmente non sottoscrive Monti non può non convenire sulla desolazione che ci circonda. A sedici anni di distanza, i Nostri stanno lentamente abbracciando (a parole) i principi che altrove sono attivamente perseguiti da anni. Perfida la chiusa, con l’invito alla guida ed all’indirizzo da parte del premier, “giorno e notte”;
  • Alieni d’Asia: quasi un quarto degli uomini sudcoreani di età superiore a 75 anni sono nella forza-lavoro. In Giappone tale percentuale è del 14 per cento. Ma che lavori fanno, esattamente?
  • Una pregevole guida interattiva del Financial Times sulle guerre valutarie, con l’indicazione della tipologia di interventi valutari adottati dai vari governi. Il tab “Global Patterns” mostra l’evoluzione delle riserve valutarie in percentuale del totale mondiale, e quella del saldo delle partite correnti in percentuale del Pil. Come la deriva dei continenti, linee di faglia incluse;
  • Alex Tabarrok spiega in modo molto efficace ed intuitivo il concetto di deadweight loss;
  • Su The Baseline Scenario, Simon Johnson solleva il problema dei finanziamenti esteri nelle elezioni americane, il cui peso è aumentato a seguito degli ampi e crescenti deficit delle partite correnti (che determinano flussi di capitale in entrata negli Usa) e della sentenza della Corte Suprema che ha stabilito che le imprese possono erogare contributi elettorali pressoché illimitati.