Una certa idea di pluralismo

Il subcomandante Fausto sull’identikit del prossimo inquilino del Quirinale:

“Siccome nella storia repubblicana tutte le principali componenti hanno avuto una rappresentanza al soglio massimo (??, ndPhastidio), io penso che sarebbe importante per il futuro del Paese e in nome del pluralismo, che una persona che viene dal gruppo dirigente del Pci venisse eletta al Quirinale. Sarebbe un atto di riconoscimento importante.”

Sulla sua timida autocandidatura alla presidenza della Camera:

“Ci siamo mossi con l’idea che vada valorizzato il pluralismo dell’Unione con una sinistra visibile. Solo questo abbiamo fatto, per quel che vale.”

Sul modello sociale auspicato per l’Italia:

“L’Unione dovrà essere il ponte tra il governo e il popolo, si dovrà favorire la costituente di un popolo. L’ispirazione riformatrice dell’Unione dovrà favorire l’individuazione di una nuova fisionomia di società da trasmettere al Paese. Da Lula e da Chavez dobbiamo prendere la capacità di suscitare energia, l’idea della rinascita, della ricostruzione di un popolo“.