Incinta, ma solo un pochino

Assolutamente no, nulla di nulla. A parte qualche posizione trascurabile“. Questo Tarzan della logica è Luigi Scimia, presidente della Covip, l’Authority che ha il compito di “vigilare sul funzionamento dei fondi pensione complementari”, come recita il suo sito web. Vigilare, non promuovere o pubblicizzare, si badi. Scimia rispondeva alla domanda di un giornalista che gli chiedeva se vi fosse la possibilità che prodotti obbligazionari legati ai famigerati mutui subprime siano finiti anche nei fondi pensione italiani. Scimia è un signore che interpreta in modo molto estensivo il proprio ruolo di presidente di una commissione di vigilanza. Più che altro è convinto di essere un promotore finanziario. Qui potete leggere la vera e triste storia di ciò che può accadere quando un alto funzionario dello Stato, alla guida di una di quelle Autorità indipendenti che tanto piacciono ai nostri liberali di sinistra (purché non troppo indipendenti da loro) si ricorda di “tenere famiglia”, e decide di accucciarsi ai piedi del suo “ministro di riferimento”.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!