Vecchi paraculi invecchiano

Questa sera, a SkyTg24 Sera (il pensoso approfondimento serale estivo condotto dalla ancor più pensosa Letizia Leviti), Carlo Rossella ha attribuito la crisi economica americana a Bill Clinton ed ai suoi anni alla Casa Bianca (1993-2001), che avrebbero causato “lo sviluppo di quel mercatismo che è alla base della crisi, come ben illustrato da Tremonti nel suo libro ‘La paura e la speranza‘”. Scordatevi Cina (entrata nella WTO l’11 dicembre 2001, GWB regnante) e India, e già che ci siete scordatevi pure la benevola negligenza della Fed di Alan Greenspan nella (non) regolazione sugli intermediari creditizi, che ha partorito l’aberrazione dei subprime. E’ tutta colpa di Clinton, cioè della sinistra mondiale. Ma per fortuna gli americani si stanno svegliando e, secondo Rossella, “cercano maggiori dosi di colbertismo”. Che pena, ladies and gentlemen.