AIG, corsa contro il tempo

American International Group (AIG), il maggior assicuratore statunitense per entità degli attivi, nella giornata di lunedì 15 settembre ha subìto il taglio del rating da parte di Standard&Poor’s e Moody’s, circostanza che minaccia di vanificare gli sforzi della compagnia di raccogliere fondi di emergenza per mantenere l’operatività. S&P ha abbassato il rating di lungo termine di AIG di tre livelli, a A-, a causa di “ridotta flessibilità nel rispondere all’accresciuto fabbisogno di collaterale e timori su crescenti perdite legate ai mutui”. Moody’s ha tagliato di due livelli il rating senior unsecured, portandolo ad A2. Questi downgrade dovrebbero innescare oltre 13 miliardi di dollari in richieste di garanzie aggiuntive dagli investitori nel debito di AIG, secondo stime della stessa società, che ha venduto a banche ed altri investitori protezione su 441 miliardi di dollari in obbligazioni, inclusi 57,8 miliardi di dollari in titoli legati ai mutui subprime.

Continua a leggere su Macromonitor