Front running

Una investigazione interna del celebre mercato di previsioni online Intrade ha evidenziato che massicci acquisti effettuati da un singolo investitore hanno causato insolite oscillazioni di prezzo sulla previsione che John McCain diventerà presidente.

Secondo Intrade, nell’operatività dell’investitore durante le scorse settimane non vi sarebbero comunque violazioni delle regole di condotta sul mercato delle previsioni online. Intrade è un mercato non regolamentato piuttosto piccolo e poco profondo sui polling politici, che incentiva quindi condotte manipolatorie dei corsi delle scommesse. L’investitore indagato ha acquistato blocchi di futures su McCain, ed ha contestualmente venduto ampie posizioni su Obama. Ma la sua condotta è stata piuttosto naif, essendosi “dimenticato” di replicare la strategia d’investimento sul contratto che prevede genericamente la presidenza ad un repubblicano o a un democratico, aprendo margini di arbitraggio regolarmente sfruttati da altri investitori di minori dimensioni.

Inoltre, questa corrente di acquisti su McCain ha determinato ampie discrepanze (tra il 10 ed il 20 per cento) tre le probabilità espresse da Intrade e quelle di altri importanti betting markets, come Betfair. Ad oggi, i prediction markets online non sono interconnessi. Il manipolatore (che è figura del tutto diversa dallo speculatore, vale la pena enfatizzarlo) spesso ha acquistato grandi volumi di contratti nel corso della notte, quando il mercato è molto rarefatto e maggiore è la possibilità di condizionarne pesantemente i prezzi.

Si è quindi trattato di motivazioni politiche, e non economiche, con l’esecuzione dei trades favorita da un mercato piccolo e poco profondo (e quindi manipolabile) quale è ancora oggi Intrade, relativamente ai sondaggi politici. Nell’ipotesi alternativa, cioè di motivazioni economiche alla base degli acquisti, più che ad un investitore ci troveremmo davanti ad un kamikaze finanziario, ansioso di sbarazzarsi rapidamente del proprio denaro, malgrado l’interpretazione molto soft che di tale operatività ha fornito il CEO di Intrade.

UPDATE: Alex Tabarrok offre un ulteriore spunto di riflessione sul grado di rilevanza che i prediction markets potrebbero aver raggiunto nel dibattito pubblico. Non previsori dell’esito, ma sua determinante:

An even more important lesson is that prediction markets have truly arrived when people think they are worth manipulating.  Notice that the manipulator probably doesn’t care about changing the market prediction per se.  Instead, a manipulator willing to bet hundreds of thousands to change the prediction of a McCain win must think that the prediction will actually affect the outcome.  And if people think prediction markets are this important then can decision markets be far behind?