Ci è andata bene

Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, strappa il microfono a Ferruccio Fazio e promette: dal gennaio 2010 vaccino anti-influenza A per 15 milioni di italiani. Se accadrà, potremo dirci fortunati: considerato il modus operandi del soggetto (e del governo), c’era il rischio che la profilassi iniziasse solo tra sei anni. Ma il fatto è che oggi siamo incappati nel Sacconi Pieveloce, quello decisionista e ipercinetico, che a questo giro spedisce ai box il gemello Mauricio con Juicio, il cunctator che non intende riformare alcunché perché “non è il momento“. A noi non piace né l’uno né l’altro, ma tutto è soggettivo, s’intende.