Cosa succede se Bonino vince

Interessante analisi de il Foglio sulle possibili conseguenze di una vittoria di Emma Bonino alle regionali laziali. Pensate alle motivazioni tradizionali? A cose tipo il mostro che provocava aborti con pompe di bicicletta e che entrerebbe con il suo forcone e tra zaffate di zolfo nel tempio della cristianità, facendo strame degli accorati appelli a favore della “alleanza per la vita”, con tanto di foto dei due pontefici romani (uno brianzolo, a dire il vero)? Siete troppo prevedibili, nulla di ciò.

Secondo l’articolo, la vittoria della Bonino sarebbe una minaccia non solo per le cliniche private convenzionate, molte delle quali gestite da organizzazioni religiose, e che vedrebbero accendersi un riflettore sui loro conti e la loro attività, ma anche e soprattutto per la sinistra, e per i suoi “addentellati” nella sanità laziale. Termine molto opportunamente utilizzato per ricordare a noi contribuenti che le termiti ed il loro apparato masticatorio non hanno colore politico, essendo ovunque. Scrive il Foglio:

Ma i fastidi maggiori potrebbero venire (a laici e cattolici indistintamente) dall’applicazione della “trasparenza dei letti” ad altri campi: Bonino promette infatti trasparenza sulle nomine, trasparenza sui conti, trasparenza sui processi e persino un assessore alla trasparenza

Apostasia! Ma vi rendete conto? Trasparenza nel tempio della spesa pubblica, ecco la vera coda del demonio. E non è finita:

Alla trasparenza si aggiunge l’idea gemella della “premialità e sanzione” – Bonino vuole “monitorare” ogni tre anni l’attività dei dirigenti, pare secondo il modello delineato da Piero Ichino (le lamentele dei dirigenti presso il Pd sono già in viaggio)

Vade retro, accountability. Cari (e)lettori laziali, laici e cattolici indistintamente, vorrete mica che la vostra regione cada vittima di simili eresie? Il futuro è nelle vostre mani, ora più che mai dovete sentire forte la chiamata alle armi per difendere la vita. Quella della spartitocrazia.

Ah, e questo ovviamente non è un endorsement, ma solo una constatazione di quanto pregnanti possano essere le argomentazioni “politiche” in questo paese febbricitante di passione civile.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!