Più Pil per tutti

Mentre i nostri analisti colgono l’ennesima occasione per sbertucciare la deliziosa polifonia del Pd anche in materia di politica economica e fiscale, tra l’obamismo sfigato di Veltroni ed il neppure troppo velato antimarchionnismo (orrore!) di Bersani, l’occasione ci pare propizia per ricordare al colto ed all’inclita che il nostro paese continua a non volerne sapere di crescere (e questo non è disfattismo marcegagliano per interposto Paolazzi), e che l’incidenza sul Pil di spesa pubblica e pressione fiscale, nell’ultimo decennio (in cui per circa il 70 per cento del tempo hanno governato il socievole ed affettuoso arcoriano e l’ordoliberalista di Sondrio), è risultata in strisciante ma inesorabile crescita. Ed ora, via con le analisi di Luca Ricolfi.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!