Alemanno il fachiro

A furia di sentirsi ripetere che le leggi dell’economia non devono schiavizzare l’uomo, l’ineffabile sindaco di Roma Gianni Alemanno (un uomo, un perché), tra una comparsata in Vaticano, una rivolta fiscale annunciata contro il pedaggio sul Gra (ma perché, poi?) ed indagini approfondite sul Family Day permanente dell’Atac, ha deciso che le curve di domanda ed offerta debbano intersecarsi in modo tale che, all’aumentare dell’offerta, anche il prezzo debba aumentare. Quanto è vitale mantenere almeno inalterato il reddito delle proprie corporazioni, eh? Qualcuno avverta il Cav. liberalizzatore, mentre attendiamo fiduciosi il prossimo editoriale in cui ci verrà spiegato che l’inflazione in aumento indica la vitalità della nostra domanda di consumi. Alemà, ‘ndo va?

P.S. Sull’argomento taxi, Serena Sileoni ricorda il sempre attuale paper di Mauro Gilli e Daniele Sfregola per l’IBL.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!