Guerra è pace. Libertà è schiavitù. Ignoranza è forza

Lo stato di un paese vittima di oligarchie predatrici e incompetenza parassitaria a tutti i livelli critici dei processi decisionali si può ben cogliere e sintetizzare nel surreale comunicato con il quale il presidente di una fondazione bancaria ha commentato la cessione ad altra fondazione della quota azionaria dalla prima detenuta nella controllata della seconda. La quota è stata valorizzata oltre i 100 milioni di euro, mentre era stata iscritta nel bilancio 2009 ad un valore di 225 milioni di euro. Ma per lo stralunato presidente della fondazione venditrice, la transazione è avvenuta “con piena soddisfazione di ambo le parti”. Resta un mistero di come realizzare una minusvalenza pari a quasi 250 miliardi del vecchio conio su un investimento possa produrre nel venditore stati d’animo di “piena soddisfazione”. Ma accade anche questo, in un paese in via di decomposizione quale è  l’Italia.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!