Di pere, mele e kattedre

E insomma, cari studenti neghittosi, non si possono comparare pere e mele. Poi c’è il rischio, la media, la varianza, le variabili, i “giornalisti” che hanno passato gli ultimi vent’anni lavorando sui mercati finanziari per ingannare il tempo in attesa della venuta dei blog e non capiscono di cosa parlano gli accademici, e offele’ fa el to’ meste’. E così spero di voi.

E’ una notoria bestialità comparare i flussi di dividendi agli interessi sul debito pubblico, poi c’è il dividend yield che misura il rischio e gli anni luce che di conseguenza misurano il tempo. Soprattutto nei giorni pari. Un impegno concreto: più bacchettate per tutti.

La differenza tra chi capisce le cose e chi crede di capirle mentre le spiega ad elettori immaginari si tocca -inequivocabilmente- con mano. Soprattutto nei giorni dispari. Andate in pace. Per il vostro bene, più che altro. Eh! (cit.)

http://swf.tubechop.com/tubechop.swf?vurl=ridF59vQCAk&start=475&end=491&cid=1685751

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!