Il settimanale – 10/10/2015

  • Squinzi rompe coi sindacati sul nuovo modello di contrattazione collettiva: una sponda per il governo verso un decentramento aziendale totale? E cosa implicherebbe? Qualche ipotesi di scenario, con salario minimo;
  • L’Italia non vuole che la Cina il prossimo anno ottenga lo status di economia di mercato, temendo di perdere l’arma di dazi antidumping contro un’invasione di acciaio a basso prezzo che darebbe il colpo di grazia all’agonizzante Ilva;
  • Tra congiuntura e propaganda: a settembre iniziata probabilmente la riduzione del numero di stagionali, mentre la produzione industriale di agosto conferma che la nostra ripresa manifatturiera è Made in Fiat;
  • In Italia c’è un boom di mutui? Solo se prendete in considerazione unicamente le nuove erogazioni, senza calcolare le estinzioni ed i rimborsi. È l’economia del lordo, stupidi;
  • In parlamento, e addirittura nel Pd, individuata una nuova corrente: i phastidiosi;
  • Autarchia digitale, la nuova strada (senza uscita) della nostra confusa classe politica;