Il settimanale – 2/3/2019

  • Il consuntivo 2018 conferma che la maggior minaccia per la sostenibilità del nostro debito pubblico è la crescita esangue del Pil nominale;
  • Continua il sogno bagnato italiano di cancellare il bail-in. L’Abi però non ci dice con cosa vorrebbe sostituirlo. Dettagli minori;
  • Patuelli però non è solo: anche Bankitalia lotta con lui. Con suggerimenti che ci rendono i classici peccatori del pensar male;
  • La storia del complotto planetario sull’oro per finire a costringere le banche italiane a ridurre i Btp in portafoglio. Dan Brown è un patetico dilettante, al confronto;
  • Non c’è più l’emergenza sbarchi? Per continuare lo storytelling salviniano l’emergenza viene confezionata in casa, producendo irregolari;
  • Io comunque resto affascinato dalle manifestazioni di stupidità conclamata di questo cosiddetto governo;
  • Da Alitalia è iniziato a sprigionarsi profumo di spezzatino;
  • E mentre Salvini cerca di vampirizzare i pentascappati di casa senza farsi travolgere dalla loro implosione (auguri), il nostro Giggin Ping ha grandi progetti per il futuro;

La palestra dell’arte retorica e del fluido eloquio:

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!