Il settimanale – 29/6/2019

  • Un anno di conti pubblici: più spesa corrente, più pressione fiscale. La ricetta, assai poco segreta, del dissesto italiano;
  • Nuovo caso di problemi causati da fondi d’investimento che subiscono forti richieste di rimborsi e si trovano con aumentata concentrazione di investimenti illiquidi, spesso opinabili;
  • Cose che accadono quando ti trovi per sbaglio a fare il ministro e hai un pessimo rapporto con la lingua italiana;
  • Dallo stato tassaiolo allo stato segaiolo, il passo è brevissimo;
  • Provincialotti ignoranti d’Italia: la riscoperta della fallacia di Laffer;
  • C’era una volta l’immaginario ago della bilancia;
  • Coraggio, un po’ di creatività: proviamo con Carige-Alitalia, date le premesse?
  • Con un’uscita no-deal, il Regno Unito potrebbe non aver alternativa a forti riduzioni d’imposta e deregulation, per attrarre il mondo. Attendiamo fiduciosi i fatti di Boris;
  • Tre anni dopo, quanto costa la certezza dell’incertezza per l’economia britannica;

Primo evento pubblico per Liberi, oltre le illusioni. Il panel a cui ho partecipato:

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.
  • Per donare con PayPal, clicca qui!
  • Non hai un conto PayPal e la tecnologia ti intimidisce? Richiedi il codice IBAN!