Il delirio del giorno vi è stato gentilmente offerto da Michele Placido, che si fa produrre i film da Medusa (con abbronzatura perenne di Carlo Rossella inclusa nel prezzo) e lancia peana all’indirizzo dell’ex direttore di Avvenire che, udite udite, “incarna lo spirito del Sessantotto”. E’ vero, infatti Dino Boffo è un povero Davide armato solo della fionda dei suoi ideali, e viene brutalmente falciato dal Potere-Golia. “Vorrei fare un monologo su di lui”, ha dichiarato Placido.

Paul Krugman torna brevemente sul suo saggio sullo stato della professione economica, pubblicato giorni addietro sul New York Times, per precisare meglio il suo pensiero riguardo la modellizzazione. Un passaggio in particolare merita di essere evidenziato ad uso dei non specialisti, soprattutto politici e grande pubblico, per comprendere i limiti inerenti alla previsione economica, che dei modelli è il prodotto finito.