Liberi di socializzare

Trova le differenze: «La via giusta è quella dell’economia sociale di mercato, via giusta è quella di Pomigliano» – Giulio Tremonti, 13 giugno 2010 «La legge determina i programmi e i controlli opportuni perché l’attività economica pubblica e privata possa essere indirizzata e coordinata a fini sociali» – Costituzione della Repubblica italiana, articolo 41 P.S. Chiaramente, l’accordo di Pomigliano con …

Leggi tutto

Perché Brunetta ha (in parte) ragione

di Mario Seminerio – Libertiamo Dell’intervista di Renato Brunetta a Fausto Carioti è rimasto l’abituale frastuono delle ondate di sdegno, questa volta contro l’affermazione del ministro riguardo l’articolo 1 della Costituzione. A noi non è chiaro perché la frase “l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro” non significhi nulla. Il significato resta, una volta attualizzato nel senso di sfrondarlo …

Leggi tutto

Passi indietro

«Esattamente 10 anni fa, il 18 gennaio del 1992, una ragazza di vent’anni, Eluana Englaro, è rimasta vittima di un tragico incidente automobilistico. Da allora, nulla consente di chiamare “vita” le condizioni in cui Eluana versa. Tecnicamente, si parla di “stato vegetativo irreversibile”: vuol dire che Eluana non potrà mai più riprendere coscienza, essendo necrotizzata la sua corteccia cerebrale. Ma …

Leggi tutto

La via più breve per la rivoluzione

“Adesso serve la rivoluzione” scriveva ieri Nicola Porro, invocando una profonda riforma del rapporto tra imprese e lavoratori: Il principio è semplice: non conta l’azienda, non contano i prodotti o i servizi, men che mai contano i clienti. Anche al costo di morire, ciò che è importante è il lavoratore. Il monarca assoluto del nostro sistema capitalistico, in cui gli …

Leggi tutto

Contenitori e contenuti: la contrattazione collettiva

di Mario Seminerio – © Libero Mercato La principale criticità dell’attuale struttura della contrattazione collettiva, in Italia, è notoriamente rappresentata dalla rigidità del fattore lavoro. Ma questo è solo un aspetto, e neppure il principale. La rigidità a cui occorre fare riferimento è in realtà quella del contesto normativo che, costruito in altre epoche storiche, di fatto tende a creare …

Leggi tutto

De senectute

Nella serata di ieri il Senato ha votato la fiducia alla legge Finanziaria con 162 voti a favore e 157 contro. Hanno votato a favore della fiducia i cinque senatori a vita presenti in aula: Carlo Azeglio Ciampi, Francesco Cossiga, Emilio Colombo, Rita Levi Montalcini e Oscar Luigi Scalfaro, senza il voto dei quali si sarebbe avuto un pareggio 157 …

Leggi tutto

Vince il No, Costituzione preservata

Speriamo di essere smentiti dalla volontà riformatrice della fantomatica sinistra moderata, ma l’entità dell’affermazione del No darà fiato alla sinistra radicale ed alla sua inclinazione a non modificare assolutamente nulla della Carta del 1948. In questo paese il tempo si è fermato. Il dato positivo della consultazione è che gli italiani sembrano indenni dalla teledipendenza, contrariamente agli insulti preventivi che …

Leggi tutto

Stati di allucinazione progressiva

Per iniziativa dei Riformatori Liberali, oggi alle 12 è stato consegnato il Pinocchio d’oro per la migliore fregnaccia bugia pronunciata sulla riforma costituzionale. A Romano Prodi è andato il primo premio “per la bugia colossale detta al Tg 3 dove ha affermato: ‘Noi avevamo indicato una riduzione dei parlamentari più forte del centrodestra, perciò la riforma ha determinato un aumento …

Leggi tutto

Send this to a friend