La fine dell’altro QE e il rischio di una crisi di credito

A partire dal primo gennaio, la Bce interromperà non solo gli acquisti di titoli di stato dell’Eurozona, certamente la componente quantitativamente più rilevante del cosiddetto easing quantitativo (QE), ma anche quelli di obbligazioni societarie. Questa circostanza potrebbe creare più di un problema ai mercati ed ai debitori, viste le modalità degli acquisti.

Gli autoincravattati sovrani e contenti

Sul Sole un articolo di Luca Orlando presenta alcune evidenze aneddotiche di stretta creditizia causata -indovinate?- dall’aumento di spread ed incertezza. Al momento nelle statistiche (su dati che sono drammaticamente obsoleti, pur essendo solo di un paio di mesi addietro) si vede ancora poco ma il fenomeno è in atto, e senza inversione di tendenza è destinato ad abbattersi con …

Leggi tutto

Svizzera, il referendum sulla “moneta intera”: fallace sogno dei signoraggisti

Il 10 giugno si voterà per impedire alle banche di fare credito se non possiedono tutta la liquidità del denaro prestato di Mario Seminerio – Il Fatto Quotidiano Il prossimo 10 giugno gli elettori svizzeri si pronunceranno sull’iniziativa referendaria denominata “Per soldi a prova di crisi: emissione di moneta riservata alla Banca nazionale! (Iniziativa Moneta intera)“, che se approvata impedirebbe …

Leggi tutto

Banchieri garantiti

Un post di Fabio Scacciavillani segnala alcune evidenze aneddotiche secondo cui le banche starebbero assumendo un atteggiamento singolare nella richiesta di garanzie alle imprese, e giunge alla conclusione che si tratti di doppiopesismo a danno delle piccole e medie imprese, mentre i soliti maneggioni verrebbero ancora premiati. Non so se le cose stanno effettivamente così, avrei una lettura alternativa, dalla …

Leggi tutto

Patuelli, la lista degli insolventi e la Corte Popolare del Credito

Tanto tuonò che piovve: anche l’antico (di usi e cultura) gentiluomo liberale e presidente del sindacato dei banchieri italiani ha gettato la spugna ed il cuore oltre l’ostacolo. In nome del popolo stressato e contribuente, e dopo pressanti richieste provenienti dalla politica, anche Antonio Patuelli chiede di conoscere i nomi dei primi cento debitori insolventi di MPS, oltre che delle …

Leggi tutto

Uno spread troppo basso

Questo mese, nella consueta pubblicazione, l’Associazione bancaria italiana segnala un dato piuttosto interessante, una sorta di margine di interesse “al margine”, cioè la differenza tra il tasso medio praticato sui nuovi finanziamenti e quello medio pagato sui nuovi depositi. Un indicatore che può essere letto come il livello di “onerosità” che il settore dell’intermediazione creditizia esercita sulla società, oltre che …

Leggi tutto