Un Americano a Roma

Ecco il nostro prestigioso vicepremier nonché ministro dei Beni Culturali mentre, in purissimo broken english, supplica i potenziali turisti stranieri in Italia. Notate l’inquietante somiglianza con Albertone. Oggi Rutelli ha inoltre deciso di prodursi in un’applicazione di relativismo da manuale: in caso i turisti non vengano a noi, noi andremo ai turisti. Come direbbe la sovrintendente degli Uffizi, siamo nelle mani della Provvidenza. Speriamo solo che, dopo averci regalato un simile ministro, non si distragga oltre.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!