Il complotto degli spiccioli

Poiché sta rapidamente prendendo piede l’ennesima leggenda metropolitana stracciona ad uso degli italici gonzi (“la Spagna riceve aiuti europei e con quelli le loro banche si comprano le nostre aziende!”), ed altre amenità su cui torneremo, vorremmo sommessamente segnalarvi che l’aumento di capitale necessario a portare Telefonica al 70% di Telco, la holding di controllo di Telecom Italia, richiederà un esborso da parte dell’incumbent spagnolo di circa 860 milioni di euro, di cui solo 450 milioni in cash, da ricapitalizzazione diretta. Vorremmo altresì segnalarvi che il free cashflow di Telefonica, cioè la differenza tra quanto la società genera in liquidità dalla sua gestione operativa e quanto la medesima spende per investimenti, è stata nel solo 2012 di 5,7 miliardi di euro. Ditelo al noto economista Gasparri ed ai suoi liberi ispiratori, mi raccomando. Altrimenti a breve saremo ancora qui a riprodurre la nota menata delle banche cattivone che non fanno credito a famigliole ed imprese. Ed andrà così, ovviamente.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!