Il settimanale – 27/7/2019

  • La disperata lotta contro la realtà dei sovranisti italiani giunge ad una nuova stazione, anzi antica. Quella di partenza;
  • Unicredit taglierà altri 10.000 posti nei prossimi quattro anni? Fatalmente fisiologico ma è già iniziata la retorica sovrana dell’imbalsamazione. Labour intensive o muerte;
  • Immagina, puoi: anche vedere un avvocato d’affari globetrotter (Golfo incluso) mentre lotta contro il “colonialismo finanziario” che minaccia la Penisola;
  • Quando sei un organo di informazione che fa agenda, cultura e tendenza, ricevi moltissima corrispondenza. Fatalmente, qualcosa va smarrito;
  • Cosa c’è in fondo alla strada fatta di QE a oltranza, tassi sempre più negativi e debito in crescita? Scoprirlo potrebbe essere spiacevole;
  • Arriva Boris, che si credeva Winston. Ma Lei è già pronta, anche per lui;
  • Giggino inventa il mandato zero. Per i numeri negativi ci attrezzeremo, per le abilità computazionali si attende il miracolo;
  • In morte di Francesco Saverio Borrelli, che pensava la società italiana assai migliore di quanto realmente fosse;

Dopo i marxisti per Tabacci, i liberali per Salvini. Purché se magna:

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.
  • Per donare con PayPal, clicca qui!
  • Non hai un conto PayPal e la tecnologia ti intimidisce? Richiedi il codice IBAN!