Ministero della Verità

IRAN: AGENTI IRROMPONO IN FESTA,SI BUTTA DA FINESTRA E MUORE

(ANSA) – TEHERAN, 11 MAG 2005 – Un giovane di 25 anni, aiuto regista, e’ morto a Teheran gettandosi dal terzo piano quando la polizia ha fatto irruzione in un appartamento in cui si svolgeva una festa di attori, attrici e operatori cinematografici. Lo scrive oggi il quotidiano Etemad, senza fornire il nome della vittima ne’ degli altri partecipanti, otto donne e quattro uomini, che sono stati arrestati.
Durante l’irruzione gli agenti hanno trovato bevande alcoliche, vietate, e un’antenna satellitare per la ricezione di programmi stranieri, anch’essa bandita dalla legge.
L’operazione e’ avvenuta in un appartamento nell’area di Qeytarieh, nel nord di Teheran. Attori, attrici e operatori stavano passando una serata insieme dopo aver girato alcune scene di un film in lavorazione. Il ritrovo si e’ prolungato fin dopo le due del mattino, quando gli agenti hanno fatto irruzione. Quattro invitati uomini, che avevano bevuto alcol, sono stati presi dal panico e si sono calati dalla finestra. Ma uno di loro ha perso l’equilibrio ed e’ precipitato in strada.
Nella Repubblica islamica sono vietati i ritrovi misti in cui le donne non portino il velo, siano consumate bevande alcoliche e si balli. (ANSA).

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!