Nuovo crimine dei colonizzatori italiani in Iraq

I militari del contingente italiano in Iraq hanno donato alla ‘Dhi Qar University’ di Nassiriya materiale didattico e di supporto scientifico per 400mila euro, tra cui 200 personal computer, 55 stampanti laser, 50 microscopi elettronici, e oltre 1.000 supporti informatici.
Il comando del contingente spiega che la donazione, finanziata dalla Task force Iraq del ministero degli esteri, ”completa l’opera di ampliamento e di ammodernamento dell’Università”, il principale istituto di formazione della provincia del Dhi Qar.

Si tratta di una palese manovra diversiva, attuata dal S.I.M.E. ( Stato Imperialista della Multinazionale Eni) per infiacchire l’eroica lotta di liberazione dei compagni iracheni dalle oscure forze della democrazia.
Fortunatamente le Forze di Progresso vigilano, sorrette dall’infaticabile critica sociale del compagno Ferrando e dalla sempre puntuale analisi sociologica del Tribunale del Popolo di Milano.

No pasaran.