Confermato, lo abbiamo perso

Via Fausto (che riprende il direttore di Liberazione, Piero Sansonetti), scopriamo che Ugo La Malfa telefonò a Scalfari due anni e nove mesi dopo la propria morte.