Ignoranti e/o ideologici

“La Cina è un paese complicato. Ha un sistema politico chiuso ma un’economia aperta ed una società sempre più vibrante. Sta accumulando a passo rapido sistemi d’arma, e tuttavia non sta direttamente competendo contro il potere militare americano. E’ stata di aiuto nei negoziati con la Corea del Nord ma è coriacea nel proteggere Robert Mugabe ed il regime sudanese. Catturare queste realtà è difficile, tuttavia dobbiamo provarci. Dire che questa nuova Cina è uguale a quella vecchia (intendendo lo stato totalitario di Mao), vuol dire essere ignoranti o ideologici, o entrambe le cose.”

“L’ignoranza verso la Cina di oggi ha serie conseguenze politiche. Noi non comprendiamo come funziona il paese. Non sappiamo che fare delle opinioni del popolo cinese, che è più aggressivo del proprio governo su alcuni temi, inclusi Taiwan e Tibet, e che spesso sembra più antiamericano.”

“Il più grande fallimento della politica estera occidentale dalla fine della Guerra Fredda è stato un peccato di omissione. Non abbiamo perseguito una politica estera verso le nuove potenze emergenti mirata a creare nuove e durevoli relazioni con essi, ad integrarli nelle strutture di potere esistenti e creare nuove regole sulla strada che assicura pace e prosperità. Se i paesi emergenti crescono forti al di fuori del vecchio ordine, finiranno col sentirsi indipendenti da esso e non disposti a contribuire a costruirne uno nuovo. Il nuovo mondo potrebbe allora essere uguale al vecchio, quello del Diciannovesimo secolo, caratterizzato da globalizzazione economica, nazionalismo politico e guerra”.

Fareed Zakaria, “China Shouldn’t Be Inscrutable

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!