In Italia fare opposizione è gratis

Nuovo punto di minimo della capacità di elaborazione politica di Walter Veltroni. Dopo che il Partito democratico ha rinunciato all’idea di avere un governo ombra, che significa soprattutto fare proposte concrete e con indicazione della copertura finanziaria, il Nostro ha imboccato decisamente la via dell’obamismo onirico de noantri. Che vuol dire farfugliare di “green” (che, detto a beneficio dell’altro gigante del Pd, Cicciobello Rutelli, non è quello dei campi da golf), New Deal, Rivoluzione Verde, milioni di posti di lavoro.

E si badi: se parliamo di proposizioni ideali, del tipo I have a dream, possiamo anche omettere il cartellino del prezzo. Ma se, come in questo caso, si scimmiotta un piano più o meno immediatamente operativo sciorinando in dettaglio gli interventi da compiere, senza fornire nemmeno uno straccio di stima di costi e benefici, si torna alla logica demagogica caratteristica delle due tribù della politica italiana. Fiumi di caffelatte e montagne di marzapane per il popolo affamato di speranze: questa è la radice del nostro declino, è bene esserne consapevoli.