Attendendo la telefonata di Rajoy

I mercati sfruttano l’alibi delle aste spagnole per ricordare al premier Mariano Rajoy che la pazienza non è infinita, e che vogliono andare a vedere le carte. O meglio, la carta su cui sarà scritto il memorandum per la Spagna. Che poi è esattamente quello che si diceva giorni addietro, subito dopo l’ubriacatura per l’annuncio di Mario Draghi. Vediamo chi cederà per primo, tra i mercati e Rajoy. Noi un’idea ce l’avremmo anche.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!