Home » Adotta Un Neurone » Una repubblica democratica fondata sulle stampanti

Una repubblica democratica fondata sulle stampanti

L’innamoramento degli italiani per le stampanti tocca nuove e sublimi vette:

«Il modo di produrre e di finanziare [sic] il lavoro per i prossimi vent’anni sarà completamente diverso. (…) Oggi le stampanti 3D costano 50.000 dollari, sono nei comuni degli Stati Uniti ed i cittadini vanno lì, prendono un file della cosa che si vogliono costruire, lo mettono nella stampante e si costruiscono quello che vogliono. Dalla canoa, alla dentiera, alla casa. Fanno le case di cento metri quadri con le stampanti. Con un terzo di energia, un terzo di materiale, un terzo di manodopera. Questo è il futuro che c’è già. Allora non servono grandi cantieri, grandi industrie, grandi industrie di carbone, il carbon coke, le ciminiere. E’ finito, quel mondo lì. Ecco perché io voglio salvare le persone, perché non ci saranno più quei lavori lì» – Beppe Grillo, intervista a SkyTg24, 4 maggio 2014.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.
Per donare con PayPal, clicca qui, non serve registrazione. Oppure, richiedi il codice IBAN. Vuoi usare la carta di credito per donazioni una tantum o ricorrenti? Ora puoi!

Share via
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamenti nella tua casella email

Grazie! Riceverai una mail di conferma. In caso non avvenisse, ricordati di guardare anche nella cartella antispam

Uh-oh, qualcosa è andato storto!

Send this to a friend