Così giovane e già così smemorato

Questa sera, a Otto e mezzo, il responsabile economico del Pd, Filippo Taddei, ha affermato che il premier Matteo Renzi non avrebbe mai promesso tagli di spesa per 16-20 miliardi, ma che quell’importo era relativo alla manovra complessiva per il 2015. A beneficio di Taddei, che soffre di amnesie già alla sua giovane età, oltre che a beneficio di Matteo Renzi e degli italiani che a loro volta tendono a soffrire di danni alla memoria di breve termine (circostanza che da lustri è alla base della miseranda condizione di questo paese), oltre a ricordare l’intervista di Renzi del 3 settembre al direttore del Sole (che non ci risulta sia stata smentita, ad oggi), vi mostriamo la cosuccia che segue.

//platform.twitter.com/widgets.js

La sintesi? Tutti possiamo cambiare idea, solo i cretini non cambiano mai idea, ma cerchiamo di non prenderci troppo per i fondelli, per cortesia. Grazie. Meglio fare discorsi adulti ad un pubblico presunto adulto che fingersi rintronati. Almeno, questa è la nostra opzione. Molto poco italiana, temiamo.

Tra smemoratezza e gioco delle tre tavolette, osservate la rapidità con cui Taddei passa dal negare che Renzi abbia mai parlato di spending review per 17-20 miliardi a contestare che la legge di Stabilità conterrà tagli di spesa per soli 3-6 miliardi:

http://swf.tubechop.com/tubechop.swf?vurl=suRoOlm1GRs&start=1726&end=1764&cid=3711409

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!