Il settimanale – 1/8/2015

  • Il piano B di Varoufakis: un sistema di pagamenti per bypassare il canale bancario, e con l’occasione attivare una bella stampante digitale. Futuribile, decisamente troppo;
  • In pieno revival, dopo la promessa di azzerare l’imposizione sulla prima casa, il governo Renzi resuscita anche il mitologico fondo taglia-tasse;
  • Da dove viene la ripresina ciclica italiana? Spoiler: non proviene dalla House of Three Cards;
  • Il mercato italiano del lavoro è completamente fermo, le dissonanze cognitive sono in vigoroso aumento;
  • Tra foreste e alberi, a sinistra persiste lo struggente e pernicioso desiderio di correre in soccorso alla Fiat;
  • Inventato in Italia il moto perpetuo: la prima applicazione sarà per la nostra sanità. Più tagli, più spendi. O no?
  • Fiumicino, kaputt mundi;
  • A noi italiani ci ha fregati il liberismo. Soprattutto quello immaginario;
  • Toccare il fondo, scavare, iniziare a sentire la mancanza della “sobrietà” di Attilio Befera;