Il settimanale – 7/4/2018

  • Come nelle belle famiglie numerose di un tempo, Luigi Di Maio ha moltissimi gemelli, ma tutti spingono nella stessa direzione: il Bene del Paese;
  • La cosiddetta riforma della legge Fornero, vista dall’esperto: liberi di andare in pensione a morire di fame. A quel punto dovrete sperare che arrivi a sostegno la spesa assistenziale, come accade già oggi;
  • Il Campidoglio disciplina l’assegnazione del tesoretto di monetine della Fontana di Trevi: scopriremo presto quante andranno perdute nel percorso;
  • La ripresa portoghese poggia su emigrazione, azione della Bce e manifattura automobilistica, entrata nelle catene del valore della Spagna;
  • Non dovrebbe essere difficile organizzare un robusto reddito di fancazzismo cittadinanza: basterebbe razionalizzare la pletora di quelli impropri che già abbiamo;
  • Non solo Ue: anche negli Stati Uniti c’è un serio problema di riscossione delle tasse sulle vendite online;
  • L’irresistibile richiamo sinistro della foresta: dopo Castro e Maduro, in difesa di Lula accorrono i compagni italiani;

E se lo dice Lui, che ha la vista ben più lunga della mia…