Podcast: l’era della marmotta italiana che sarebbe piaciuta a Dante

L’eterno ritorno della crisi italiana di sistema tende a riproporre una situazione specifica: un governo di “tecnici” che permetta ai partiti di fare un passo indietro e metterci poca o nessuna faccia. Poi, quando la situazione è lievemente migliorata, il tecnico viene congedato e torna il “primato della politica”, che consente a qualche “eletto” di andare a convegni e sentenziare che con un governo di economisti ci sono stati danni per il paese.

Da Carlo Azeglio Ciampi a Mario Monti (con Elsa Fornero), e domani forse a Mario Draghi, il paese produce “salvatori” che tentano di rimettere assieme i cocci prodotti da azione e predazione della politica. Il dramma è che, ad ogni episodio di crisi di sistema, il tessuto produttivo e -soprattutto- civile del paese è sempre più debole e lacerato. L’impressione è quella di una coazione a ripetere che sarebbe piaciuta a Dante, al momento di infliggere le pene dell’Inferno. Buon ascolto.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.
  • Per donare con PayPal, clicca qui!
  • Non hai un conto PayPal e la tecnologia ti intimidisce? Richiedi il codice IBAN!