Risposta sproporzionata

Ricordate quale è una delle principali tecniche retorico-dialettiche per giustificare aggressioni militari? E’ quella rappresentata dalla metafora del lupo e dell’agnello. L’agnello si abbevera a valle di un corso d’acqua, il lupo a monte. Eppure il lupo riesce ad accusare l’agnello di inquinargli l’acqua che beve. Qualcosa di simile accadde durante il nazismo, per giustificare aggressioni ed annessioni. Nel 1943, …

Leggi tutto

Quei guerrafondai dell’Unione

Proviamo a rileggere il testo di quello che fino a ieri era il disegno di legge numero 845, recante “Disposizioni per la partecipazione italiana alle missioni internazionali”, e che è stato oggi definitivamente approvato, dopo due voti di fiducia chiesti dal governo. L’articolo 1 recita, tra l’altro: 1. È autorizzata, fino al 31 dicembre 2006, la spesa di euro 33.320.634 …

Leggi tutto

Gli smemorati della legalità internazionale

Vogliamo provare a rileggere cosa c’è scritto nella risoluzione 1559 della leggendaria Onu, quell’ipse dixit con cui la sinistra italiana è solita sciacquarsi la bocca? Vediamo: “The Security Council, recalling all its previous resolutions on Lebanon, in particular resolutions 425 (1978) and 426 (1978) of 19 March 1978, resolution 520 (1982) of 17 September 1982, and resolution 1553 (2004) of …

Leggi tutto

Dillo con parole tue

Gli euroburocrati sono attualmente impegnati, tra le altre cose, a scrivere un codice di condotta linguistica politicamente corretta, che verrà sottoposto alla valutazione dei leader europei, il prossimo giugno. Nella revisione terminologica, si sollecitano i governi ad evitare l’espressione “terrorismo islamico”, ed a sostituirla con “terroristi che invocano abusivamente l’Islam”.

Attendendo la fata turchina

Scrive Piero Fassino, in una letterina colma di spirito natalizio inviata al Corriere: Caro Direttore, vi è chi rimprovera ai politici occidentali e italiani (lo hanno fatto sul Corriere Ernesto Galli della Loggia, Magdi Allam e Angelo Panebianco) una sorta di passività politica e subalternità culturale che impedirebbe di vedere i pericoli gravi insiti nelle manifestazioni che scuotono i Paesi …

Leggi tutto

Nuovo crimine dei colonizzatori italiani in Iraq

I militari del contingente italiano in Iraq hanno donato alla ‘Dhi Qar University’ di Nassiriya materiale didattico e di supporto scientifico per 400mila euro, tra cui 200 personal computer, 55 stampanti laser, 50 microscopi elettronici, e oltre 1.000 supporti informatici. Il comando del contingente spiega che la donazione, finanziata dalla Task force Iraq del ministero degli esteri, ”completa l’opera di …

Leggi tutto

Business is business

Un commerciante palestinese di Gaza, Ahmed Abu Dayya, in questi giorni sta facendo discreti guadagni , vendendo bandiere danesi pronte per essere date alle fiamme. Il prezzo non è particolarmente popolare (11 dollari) soprattutto per una popolazione economicamente stremata da un permanente stato di guerra e governata per decenni dalla cleptocrazia arafattiana. Ed infatti molti palestinesi si sono arrangiati, ricavando …

Leggi tutto

Per Israele, con Israele

Contro il nuovo nazismo, i congiurati del silenzio e tutti i relativismi e giustificazionismi, impliciti ed espliciti. Noi amiamo l’Iran, la sua cultura, la sua storia, la sua religione, la sua sofferenza, la sua nascosta allegria e gran voglia di vivere, la febbre democratica dei suoi giovani e della maggioranza assoluta di quel popolo. Non amiamo il regime teocratico che …

Leggi tutto

Resta aggiornato!

Iscriviti alla nostra mailing list e ricevi gli aggiornamento nella tua casella email

Ecco fatto!

Oh-oh, qualcosa è andato storto! Riproviamo?

Send this to a friend