Andrà molto peggio, prima di andare meglio

Lampi di consapevolezza

in Adotta Un Neurone/Economia & Mercato/Famous Last Quotes/Italia

Delle due l’una: o abbiamo un premier che è diventato improvvisamente keynesiano ultra-ortodosso, oppure la narrativa degli “sprechi” tagliati, e che quindi per definizione non impattano sulla domanda, è solo una fiaba. Sulla promessa di ridurre ulteriormente il costo del lavoro mediante riduzione di spesa (segnatevela, questa) fatta ieri da Vespa (il luogo dove di solito si va a far promesse al parco buoi elettorale, in ogni era geologico-politica), Matteo Renzi dixit:

«Non subito verranno fuori dati positivi, perché quando tagli la spesa tagli dei denari che circolano, magari all’inizio si balbetta un po’»

E non è tutto.

Negli ultimi giorni Renzi ha deciso, e lo ha ribadito ieri sera, che il “modello” spagnolo semplicemente non è tale, che lui non vede “l’erba del vicino” più verde della propria, che fosse matto ad elogiare un paese che, tra le altre, cose, ha il doppio di disoccupazione rispetto all’Italia. Questo è il gemello smemorato del Renzi che, esattamente un anno addietro, diceva questo:

«Forse in condizioni peggiori delle nostre ha avviato riforme serie e radicali. Questo è il cambiamento che serve alla sinistra»

Ed è anche il gemello che, già da presidente del consiglio, lo scorso maggio, scolpiva questo:

«I dati del Pil indicano che paesi come la Spagna, che hanno fatto una riforma del lavoro che adesso stiamo facendo noi, sono avanti»

Anche qui, prendiamo atto che Renzi ha rottamato pure il “modello spagnolo”. Ora i suoi cocoriti, editorialisti inclusi, dovranno rapidamente adeguarsi, o saranno dolori. Il primo a fare ammenda pare dovrà essere il suo portfolio manager preferito. Eppure il buon Renzi era stato avvertito in tempi non sospetti, persino dal nuovo conduttore di Ballarò. Ma non importa: solo i cretini non cambiano mai idea, e Renzi è notoriamente intelligentissimo. Modello tedesco per tutti, mi voglio rovinare. Venghino!

Ultimi in Adotta Un Neurone

Placeholder

Castelli in aria

Qui teniamo i commenti al minimo. Vi presentiamo l’autrice del progetto che
Go to Top