Un ministro poliedrico

Su la Stampa, il tragicomico resoconto dei numeri di capitalizzazione gonfiata delle aziende pubbliche, nel tardivo documento di valorizzazione/dismissione di asset pubblici. Tralasciando il robusto sospetto che si tratti di copiaincolla di analogo documento, preparato quattro anni addietro sotto il governo Prodi (e la cosa non ci stupirebbe, vista la tendenza di questo governo alle repliche da teatrino), e tralasciando anche che al giornale torinese i numeri dati da La Russa sulle borse sono proprio rimasti impressi, segnaliamo la didascalia della foto, che presenta Tremonti come “ministro dell’Interno”. Non è necessariamente un errore: di questo passo, l’economia di questo paese diverrà una questione di ordine pubblico.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!