Ops, ci hanno scoperti

«Se anche volesse, la Grecia oggi non potrebbe nemmeno introdurre un’imposta patrimoniale per risanare i propri conti statali perché il patrimonio dei greci si è semplicemente dissolto e non c’è più nulla da tassare ma solo spesa pubblica da tagliare. L’Italia ha invece il più alto rapporto tra ricchezza finanziaria netta delle famiglie e Pil in Europa, di gran lunga davanti a Francia e Germania. Ma molti (anche in Italia) lo ignorano» (Marco Fortis, 8 dicembre 2010)

«Non ho mai avuto dubbi sul fatto che l’Italia ce la farà, perché se noi sommiamo il nostro debito pubblico alla finanza privata siamo il secondo paese più solido d’Europa, secondo solo alla Germania, prima di Svezia Francia e Gran Bretagna. Quindi siamo di fronte ad uno Stato indebitato e a cittadini invece benestanti. Questa è la situazione vera dell’Italia, non dobbiamo quindi essere preoccupati». Lo dice Silvio Berlusconi, arrivando al XX Congresso del Ppe a Marsiglia. (Ansa, 8 dicembre 2011)

L’Italia “non ha avuto problemi di collocamento” per i suoi titoli di debito pubblico, e “continuerà con la sua politica di estremo rigore di bilancio“. Lo dichiara il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, in un’intervista al quotidiano economico francese Les Echos.
Sulla questione del debito, spiega Tremonti, uno dei “punti forti” del nostro Paese “è che gli italiani continuano ad acquistare titoli di debito nazionale. Più della metà dei nostri titoli sono detenuti da loro”. Un ruolo importante è giocato però anche dalla “ricchezza del nord e del centro dell’Italia, molto elevato, molto più di quanto immaginate. E’ una delle zone più ricche del mondo” (Ansa, 10 gennaio 2011)

Ed alla fine i tedeschi, pur non particolarmente perspicaci, arrivarono al punto.

P.S. Qui i dati veri, da cui si evince che il dato riportato dal Corriere è relativo a ricchezza mediana e non media (il giornalismo italiano colpisce ancora), quindi che il dato tedesco mostra diseguaglianza non lieve; e che solo il 44 per cento dei nuclei familiari tedeschi possiede un’abitazione in proprietà. Naturalmente, esiste una certa differenza tra ricchezza finanziaria ed immobiliare, ad esempio in termini di liquidità attesa dalle due forme di investimento. Non a caso la “proposta” di patrimoniale di Commerzbank è limitata alle attività finanziarie.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!