Il settimanale – 28/4/2018

  • A che serve il prestito ponte statale ad Alitalia? A sostituire le banche nel finanziamento della gestione corrente;
  • Nel frattempo, ai fortunati esuberi della compagnia di bandiera viene garantito il meglio del vecchio e del nuovo regime di protezione. Non siete un filo invidiosi?
  • Nella notte (di Natale) italiana, tutti i programmi dei partiti sono dolcemente uguali;
  • Attendendo un governo, dobbiamo constatare che ci sono macro-aree di spesa pubblica che appaiono difficilmente comprimibili;
  • Ecco un altro ottimo motivo per cui è opportuno che per ora non si formi un governo;
  • Per altri versi, invece, sarebbe davvero opportuno che quel governo ci fosse;
  • Incredibile (ma anche no) come una flat tax inzeppata di tax expenditures assomigli ad una curva Irpef come quella che abbiamo oggi;
  • Nel pubblico impiego l’obbligo di reintegra per licenziamento illegittimo esiste ancora, e causa una pletora di conseguenze avverse per il dirigente che lo ha deciso;
  • Chi ha debiti a tasso variabile in dollari non si sta divertendo, in questo periodo;
  • Perché pulire i cessi non s’improvvisa;
  • Esempi plastici di libertà di stampa negata dagli stessi giornalisti;
  • Presto la denominazione di origine protetta di condominio;
  • In Nicaragua si preparano ad uscire dall’euro;

Ehi, quanto vi manca ancora per il vostro dottorato di politica monetaria sui social?

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!