Alesina, Giavazzi e l’arte di dare i numeri

L’ultimo editoriale di Francesco Giavazzi e Alberto Alesina, dedicato alla ristrutturazione del welfare sanitario, suggerisce una riduzione della “partita di giro” in base a cui “il nostro Stato sociale si è trasformato in una macchina che tassa le classi medio-alte e fornisce servizi non solo ai meno abbienti (com’è giusto che sia) ma anche alle stesse classi a reddito medio-alto. …

Leggi tutto

La precisazione di Alesina e Giavazzi

Essendosi forse resi conto di aver entusiasmato le italiche folle, già così inclini a portare in trionfo l’Islanda allieva del FMI o la mega inflazione argentina, Alberto Alesina e Francesco Giavazzi tornano sulla loro “rivoluzionaria” proposta di combattere l’evasione fiscale con il celeberrimo “contrasto d’interessi”, la possibilità per il compratore di beni e servizi di detrarre dalle imposte il valore …

Leggi tutto

La tigre di cartone

L’Italia «avrebbe avuto bisogno di politiche più espansive, ma ogni manovra anticrisi è stata bloccata dall’enorme debito pubblico e le riforme attese (welfare, tagli delle spese discrezionali in primis) non sono state realizzate. Si poteva cogliere l’occasione della crisi per sciogliere i nodi strutturali che hanno frenato l’economia italiana negli ultimi vent’anni, ma invece si è continuato a dire che …

Leggi tutto

Il momento è propizio – 2

Secondo Stephen Cecchetti, capo economista della Banca dei Regolamenti Internazionali, un buono stimolo fiscale deve essere tempestivo, mirato e temporaneo. La sua dimensione, inoltre, non deve essere troppo esigua, per avere impatto percepibile sulla domanda aggregata, né troppo grande, per non compromettere nel lungo periodo la solvibilità del paese che lo adotta. E proprio sulla base di questi precetti sembrano …

Leggi tutto

Università e ricerca: rompere i vecchi schemi

Se volete avere una illustrazione molto sintetica ed altrettanto efficace dei meccanismi perversi che determinano la lievitazione del costo del personale nelle università italiane, leggete qui. Se volete avere alcuni suggerimenti operativi sul modo di aumentare le risorse a disposizione degli atenei e della ricerca in generale, reperite il già citato libro di Alesina e Giavazzi, Goodbye Europa. Troverete, tra …

Leggi tutto

Risanare, redistribuire, raggirare

Nel 1996 il governo Prodi (ministro del Tesoro era Carlo Azeglio Ciampi) avviò un’imponente azione di riduzione del deficit di bilancio, per rientrare nei parametri di convergenza all’euro previsti dal Trattato di Maastricht. La manovra ebbe successo, e permise al nostro Paese di entrare nella moneta unica. Anche allora, non senza fondamento, la retorica d’ordinanza fu quella emergenziale. Prodi era …

Leggi tutto

Lectio Magistralis

“L’Unione di Centro-sinistra ha prodotto 284 pagine (spazio uno!) di programma elettorale. Con esse vuole dimostrare serietà di intenti, una qualità senz’altro apprezzabile in una campagna elettorale in cui il nostro presidente del Consiglio si è paragonato prima a Napoleone e poi a Gesù Cristo, evidentemente corteggiando a turno i voti laici e quelli cattolici.” “Ma 284 pagine sono inutili …

Leggi tutto