Partiam, partiamo

“E’ chiaro che, finita la Finanziaria, si porrà mano alle riforme sulle quali ci siamo impegnati (sindacati, Confindustria e governo) e che non abbiamo potuto mettere nella Finanziaria ovviamente perché nella Finanziaria non c’è mica posto per tutto. A un protocollo che dice che entro il 31 marzo dobbiamo riformare il sistema [previdenziale] si ubbidisce”. Romano Prodi, Reuters, 24 ottobre …

Leggi

Furto incentivato

In attesa della prossima farsa governativa sul “riordino del sistema previdenziale”, di cui al punto 8 del nuovo programma liofilizzato prodiano, alcune considerazioni si impongono. Come noto, sindacato e sinistra (più o meno estrema) appaiono ferocemente contrari tanto all’allungamento della vita lavorativa quanto alla riduzione dei coefficienti di trasformazione (che determinano quanta parte della retribuzione verrà coperta dalla pensione). Specularmente, …

Leggi

Discontinuità o declino

Secondo l’accordo di riforma del welfare raggiunto dai partiti della Grande Coalizione, i contributi sociali sulla busta paga che finanziano il pensionamento dei lavoratori tedeschi sono destinati a salire dall’attuale 19.5 per cento al 20 per cento nel 2020 e al 22 per cento nel 2030. Al contempo il tasso di sostituzione, cioè l’entità della pensione in percentuale dell’ultima retribuzione, …

Leggi

Nazionalizzazione

In vista dell’inizio del confronto con le parti sociali e della scrittura della Finanziaria, il governo starebbe lavorando ad un’ipotesi che prevede di convogliare all’Inps, dopo il decollo della riforma della previdenza complementare, una quota rilevante del trattamento di fine rapporto dei lavoratori. L’obiettivo minimo è di trasferire quanto meno la quota di Tfr che risulterà “inoptata” allo scadere del …

Leggi

Reality check

Mentre si moltiplicano le voci di una moratoria (cioè del blocco della dinamica retributiva) dei contratti della pubblica amministrazione, il governo si appresta a rivedere al ribasso i coefficienti di trasformazione delle pensioni, la cui funzione è quella di convertire il montante di contributi accumulati durante la vita lavorativa in rendita pensionistica annuale. Il coefficiente penalizza chi va in pensione …

Leggi

Pensioni, risparmio e incertezza

IBM ha annunciato che alla fine del prossimo anno gli attuali piani pensionistici dei propri 120.000 dipendenti verranno congelati, e l’azienda offrirà in sostituzione un piano di tipo 401(k). La differenza tra il vecchio ed il nuovo regime è presto illustrata: l’attuale piano pensionistico è del tipo a benefici definiti, mentre dal prossimo anno diverrà a contributi definiti e benefici …

Leggi

Libertarismo ben temperato

In Massachusetts è attualmente in corso un ampio dibattito pubblico circa la necessità di estendere la copertura sanitaria assicurativa ai non abbienti. Ma per la prima volta, per effetto di un’iniziativa legislativa attualmente in esame potrebbe essere imposto, ai soggetti dotati di capacità di spesa, l’obbligo di acquistare un’assicurazione sanitaria per eventi catastrofici . I cittadini soggetti all’obbligo sarebbero quelli …

Leggi

La Società dei Proprietari

George W.Bush ha solennemente affermato di volere che l’America diventi una società di proprietari. Prescindendo, per ora, dalla reale possibilità di concretizzare tale visione, cosa significa ciò, concretamente? E’ noto da molto tempo (ne scrisse già Aristotele) che gli individui tendono a prendersi maggiore cura delle cose che possiedono personalmente. Chi è proprietario dell’abitazione in cui vive tende ad averne …

Leggi