We Poll, You Decide

Secondo un recente sondaggio telefonico condotto da Fox News presso 900 elettori registrati, ben il 58 per cento del campione ritiene George W.Bush responsabile dell’attuale stato dell’economia, contro il 18 per cento che imputa la colpa a Barack Obama. Di rilievo anche il fatto che tali percentuali non abbiano fatto segnare variazioni statisticamente rilevanti rispetto a quelle dello scorso luglio. Solo il gruppo di respondent repubblicani punta il dito contro Obama, peraltro di stretta misura (35 a 29).

Premesso che attribuire responsabilità è sempre materia scivolosa, perché postula l’onnipotenza del presidente degli Stati Uniti e la capacità del paese di determinare lo scenario economico globale (entrambe pie illusioni), il dato può essere letto in due modi, a seconda che siate o meno un osservatore “italiano”, rigorosamente tra virgolette: i media hanno fatto il lavaggio del cervello ai cittadini, demonizzando il povero GWB; oppure la cultura economica e politica media degli americani (o meglio di questo campione, che tuttavia potrebbe essere correttamente costruito, quanto a rappresentatività dell’universo di riferimento) è piuttosto evoluta.

Ciò premesso, il risultato crea ulteriori problemi ai Repubblicani, nel loro tentativo di consensus building. Naturalmente, alle elezioni di mid-term manca ancora un anno, e se il mercato del lavoro resterà nelle attuali, disastrate condizioni, la possibilità che tra qualche mese questo sondaggio produca risultati invertiti resta piuttosto elevata, perché la pazienza è una risorsa scarsa anche nei soggetti più razionali.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!