Il settimanale 26/6/2010

  • Cronache della crisi: anche il Tesoro italiano acquisisce l’effetto lievemente depressivo della manovra. Un’evidenza palmare, se solo si masticasse di economia;
  • Gli italiani sono ricchi e poco indebitati? Peggio per loro;
  • L’Europa tenta di scimmiottare gli stress test americani. Ma mancano i fondi pubblici per ricapitalizzare le banche;
  • Cosa attendersi (magari non nel breve termine) dal ritorno alla fluttuazione dello yuan cinese;
  • L’economia globale rischia di scivolare nuovamente nella recessione, mentre si staglia l’ombra della deflazione. Attendendo di azionare di nuovo le presse monetarie;
  • Ultime dal verminaio italiano: non chiamatela cricca. Sono solo ladri, in fondo;
  • Governare è proprio un inferno. Il mondo è pieno di costituzioni che intralciano gli unti dal Signore;
  • Scene da due psicodrammi nazionalpopolari. C’è di peggio, vedrete;
  • Il presepe di Pomigliano. Abbiamo anche l’asino;
  • Vado pazzo per i piani ben riusciti: Israele concede quello che ha tentato di impedire con l’assalto alla Mavi Marmara;

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!