Gufi volati via dalla Leopolda

«La ripresa in Europa c’è, grazie ai bassi tassi della Bce e al petrolio a buon mercato. Perciò sì, l’Italia avrà un incremento di Pil, nell’ordine dello zero virgola. Ma questo ci basta? Io dico di no» (Luigi Zingales, intervista a La Stampa, 9 agosto 2015)

Nell’intervista c’è molto altro, dal tragico ritardo italiano nella digitalizzazione alla necessità di rendere flessibile il capitale e non solo il lavoro, agendo su sistema finanziario, giustizia, soglie dimensionali delle imprese; c’è anche la critica della finzione chiamata obbligatorietà dell’azione penale, in cui però Zingales introduce una non meglio precisata “responsabilità gestionale” della magistratura.

Quello che conta, ai nostri fini, è la palmare evidenza del tipo di crescita di cui attualmente “godiamo”. Che solo un bischero tenterebbe di confutare, diciamo.