Son politici

Per quanti si lamentano (giustamente) per le miserrime performance della nostra classe politica, e in caso non vi fossero bastati Angela Merkel ed i suoi compari, ecco a voi Barney Frank, il potente presidente Democratico del Financial Services Committee della Camera dei Rappresentanti statunitense.

Il nostro, nel 2005, affermava risolutamente che non vi era alcuna bolla immobiliare, che il real estate non era la dot.com, che il tasso di home ownership in costante ascesa era cosa buona e giusta (forse si, ma vi erano anche altri segni, assai meno nobili, sul mercato immobiliare), e che occorreva proseguire in quella direzione, perchè sull’immobiliare “non c’è alcuna bolla, e chi afferma il contrario si sbaglia”.

Fast forward di un lustro, ed ecco Frank dichiarare che lui è sempre stato in disaccordo con l’Amministrazione Bush, e persino con quella Clinton, riguardo la spinta alla home ownership, e che si sarebbe invece dovuto puntare sugli affitti. Son politici, ci vuole pazienza. Quello che non finirà mai di stupirci è la memoria corta dell’elettorato, ma forse si tratta banalmente di do ut des su una molteplicità di issues, e questo favorisce le amnesie. Poi però non prendetevela con i malvagi speculatori.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!