I più letti del 2014 su Phastidio

  1. Delrio: togliere 30 euro ad un’anziana si può;
  2. Il bimbo e Spiderman;
  3. Facciamo come la Spagna? Speriamo di no;
  4. “Vi spiego cosa succede in Argentina e perché la realtà è il più spietato dei creditori”;
  5. Le rendite pure con scappellamento a destra come se fosse CDP;
  6. Il sovrano dei gonzi;
  7. Imbullonati al fallimento;
  8. L’esperimento greco verso l’epilogo?
  9. Takeover, game over;
  10. State sereni, il botto arriva;

Ed una segnalazione-reminder agli articoli realizzati finora per testate giornalistiche.

Grazie a tutti i lettori per elogi, suggerimenti e critiche in buona fede. Grazie a chi ha effettuato donazioni a questo sito, esprimendo in tal modo un apprezzamento tangibile per gli sforzi che, da ormai undici anni, tentano di mantenere in essere una informazione alternativa documentata ed auspicabilmente di qualità. Grazie ovviamente a chi lo farà. Inutile ribadire che anche questo è stato un anno molto difficile sotto molteplici aspetti, ancor meno rilevante dire che questa è anche una notazione autobiografica: alla fine si riesce stucchevoli e prevedibili.

Così come sta diventando prevedibile in un modo sinistro (ma anche destro, tanto non c’è differenza sostanziale, in Italia), l’idea che la crisi italiana sia una crisi psicologica, da “sfiducia”. Lo diceva Silvio, lo ribadisce Matteo. Ora, è vero che, come dice Renzi, “gli economisti non ne azzeccano una”, ma lo stesso temiamo si possa dire dei premier italiani. Il che è ben più preoccupante, oltre che nocivo. Ed abbiamo un economista al ministero dell’Economia, se proprio volete dormire tranquilli.

Come che sia, l’anno che sta arrivando sarà molto interessante, e così spero di voi. Ma quello che già sappiamo è che “andrà molto peggio, prima di andare meglio”. Buon 2015.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!