A proposito di attributi

Un premier che ne fosse provvisto, come non perde occasione (neppure la più inidonea) di ribadire,  avrebbe preso l’iniziativa di dare vita ad una finanziaria di riforme e di sviluppo. Invece, ha delegato in bianco al suo ministro dell’Economia, ottenendo una asfittica gestione vetero-democristiana di varie prebende rigorosamente discrezionali, tutte altamente inefficaci ed inefficienti rispetto all’obiettivo di rilanciare la crescita e riformare il paese, oltre che destinate a lasciare vari trascinamenti nei prossimi esercizi. Tanto alla fine alcuni fini comunisti a cui dare la colpa di tutto si trovano sempre. Il teatrino continua, mentre sullo sfondo si staglia minacciosa l’ombra del Partenone.

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!