Il settimanale – 24/9/2011

  • Recessione ormai data per certa dai mercati, materie prime incluse;
  • Bernanke lancia l”Operazione Twist”, dopo aver superato qualche problema tecnico. Servirà a nulla, ma con aspettative d’inflazione in caduta libera c’è spazio per un vero QE;
  • Sempre più prossimo il default della Grecia. Se anche venisse evitato, finirà comunque male. Proviamo con la preghiera?
  • Un phastidioso riepilogo di quanto accaduto sinora ad Atene;
  • Arrivato il declassamento dell’Italia da parte di S&P. E’ un giudizio su una intera classe politica e dirigente;
  • Per fortuna il nostro prestigioso esecutivo lavora alacremente e nella massima concordia a Gosplan raddoppiati;
  • Le banche, anello debole della catena economica globale. Forse cominciano a capirlo anche Trichet e Almunia;
  • …Ma non ancora qualche confuso accademico italiano;
  • Saranno proprio le nostre banche a staccare la spina?
  • Gli esiti della incontenibile managerialità dei nostri banchieri;
  • Piccola spiegazione ad uso di quelli che “la crisi dell’euro è colpa degli americani”;
  • Ad oltre un anno dall’inizio della “stretta fiscale espansiva”, è ancora notte fonda in Regno Unito;
Your friendly neighborhood, @Phastidio

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!