La versione del credit crunch

Oggi il vostro titolare ha partecipato alla puntata di “Nove in punto – La versione di Oscar“, in cui si è discusso (con Salvatore Bragantini ed il rigorosissimo Tobias Piller) di euro-crisi e della situazione italiana, banche incluse. Demeriti (enormi) del nostro fantasmagorico governo, errori europei e miopie potenzialmente letali nell’ultima versione dello stress test bancario, l’esigenza di una banca centrale non remota. Un puzzle con un altissimo rischio di esiti simili a quelli di una guerra (cit. Bragantini, e non solo), e l’angosciante sensazione di essere ancora in alto mare, ma diretti verso un enorme iceberg. Buon ascolto, nei limiti del possibile.