Il settimanale – 6/4/2013

  • Sui crediti alle imprese, rischiamo una manovra correttiva per poter uscire dalla procedura di deficit eccessivo. Tutto grasso che cola per le tre minoranze affabulatrici che tengono in ostaggio il paese, con vecchie e nuove idiozie, avendo nel frattempo trovato un perfetto capro espiatorio;
  • Eppure lo spread non si allarga: scegliete la vostra spiegazione;
  • Dopo il caos cipriota è utile sapere e capire che, senza unione bancaria federale, l’assicurazione nazionale sui depositi resterà una pura finzione, in caso di crisi sistemiche;
  • Mentre attendiamo regole certe, globali ed omogenee sui bail-in, le maggiori banche innovano e riducono il costo medio del proprio capitale con bond dal soprannome inquietante;
  • Di come la Spagna ha sfruttato il “bonus Draghi” per andare all in sul proprio rischio paese;
  • La Germania produce anche pregevoli futurologi, ma sempre a partire dalla solita ossessione;
  • E poiché siamo in un paese in cui il tempo si è fermato, ricordiamo come fosse ieri:

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!