Il settimanale – 26/3/2011

  • Crisi libica: vista dalla sinistra americana, la motivazione umanitaria è – giustamente – ridicola;
  • …Anche se mai ridicola quanto la sedicente intellighenzia di sinistra italiana;
  • Tutti i canali della tv libica impegnati per il Caro Leader:  dove l’abbiamo già vista?
  • Dopo Fukushima, Tremonti rivede i conti, e scopre che gli altri continuano a barare sulla crescita;
  • La nuova ossessione del socialismo all’italiana si chiama Francia;
  • Un pieno di cultura: la sintesi del peggio italiano, incluso teatrino delle parti;
  • Nel frattempo, ed in attesa del colpo di grazia fiscale federalista, la nostra economia non è più ferma. Ha messo la retro;
  • Per avere azione di responsabilità nelle aziende italiane occorre macchiarsi di crimini di guerra. Tutto il resto è oblio;
  • I salotti buoni italiani sempre più a rischio pignoramento. Facciamo sistema, ma la schedina è sempre perdente;
  • E’ la stampa, bellezza: i contenuti restano fondamentali, i paywall sono porte girevoli, la fantasia è ormai solidamente al potere;
  • Dall’Ungheria, nuove idee per i nostri parolai familisti;

Sostieni Phastidio!

Dona per contribuire ai costi di questo sito: lavoriamo per offrirti sempre maggiore qualità di contenuti e tecnologie d'avanguardia per una fruizione ottimale, da desktop e mobile.

Per donare, clicca qui!